LA STORIA SPORTIVA

Una storia di successi a ruote coperte e non

L’esordio con la McLaren MP4 12C GT3

Il 2012 registrò il debutto della scuderia Bhai Tech nelle competizioni automobilistiche. L’esordio avvenne nelle ultime tre prove del Campionato Italiano Gran Turismo con una McLaren MP4 12C GT3. In quelle occasioni, i piloti designati per le gare di Imola, Mugello e Monza furono l’ex formulista neozelandese Chris Van der Drift e la lady driver italiana Alessandra Neri.

Campioni del GT Open con Giorgio Pantano

Il 2013 fu una pietra miliare nella storia della Bhai Tech, che si aggiudicò due titoli nella prestigiosa Classe GTS dell’International GT Open, sia fra le squadre che tra i piloti con il conterraneo Giorgio Pantano. In tale stagione, vennero schierate due McLaren MP4 12C GT3, contraddistinte dai numeri 65 e 66. Sulla prima, il forte pilota padovano si alternò con il brasiliano Rafael Suzuki, sostituito però nell’ultima uscita stagionale dal portoghese Álvaro Parente, mentre sull’altra vettura presero posto il neozelandese Chris Van der Drift e l’altro brasiliano Luiz Razia. Durante la stagione arrivarono le vittorie del Nürburgring (Gara 2), Silverstone (Gara 1) e Monza (Gara 1) con Pantano-Suzuki e un ulteriore successo in Germania (Gara 1) con la seconda supercar di Van der Drift-Razia.

assalto alla Blancpain Sprint Series

All’indomani del titolo al debutto nell’International GT Open, la Bhai Tech decise di affrontare nel 2014 la Blancpain Sprint Series. Fedele alla McLaren MP4 12C GT3, la formazione di Mestrino preparò due vetture. Sulla numero 60, gareggiarono Giorgio Pantano e Fabio Onidi, che giunsero a punti in Gara 2 a Nogaro, Portimão, Zolder e Baku (14esimi in classifica), mentre sulla macchina contraddistinta dalla cifra 61 nel corso dell’annata si avvicendarono tre diverse coppie di driver: nei primi tre appuntamenti, si cimentarono l’estone Sten Pentus e l’inglese Daniel Lloyd, quest’ultimo sostituito dal “cavallo di ritorno” Chris Van der Drift nella quarta, quinta e sesta tappa; il ceco Filip Salaquarda e l’altra vecchia conoscenza Álvaro Parente chiusero invece l’annata. La Bhai Tech giunse settima assoluta fra le squadre con 50 punti.

Il debutto in Formula 4

Dopo l'anno sabbatico nel 2015, il rilancio della Bhai Tech Racing si manifestò nel Campionato Italiano di Formula 4. La formazione veneta condusse l'intero campionato con il polesano Giacomo Altoè. Si classificò 22esimo assoluto e settimo fra i debuttanti in virtù dei piazzamenti a punti ottenuti in Gara 3 a Monza, Gara 2 e Gara 3 ad Adria, Gara 3 a Vallelunga e in Gara 1 e Gara 3 a Monza. Sulle altre monoposto, vennero schierati svariati piloti, tra i quali Diego Bertonelli e Lorenzo Colombo, 11esimo e 12esimo nella graduatoria finale, disputando rispettivamente con il team patavino le ultime cinque e le ultime tre tappe del campionato. Gli altri conduttori, nel corso del 2016, furono l’inglese Aaron Di Comberti, l’olandese Richard Verschoor e lo spagnolo Antolín González. Malgrado l’alternarsi al volante di diversi piloti, la Bhai Tech conquistó la quinta piazza nella graduatoria per team, con un punteggio totale di 165.

newsletter
iscriviti per rimanere sempre informato

Copyright © 2017 Bhaitech Racing

Back to Top